Giuliano BellezzaGiuliano Bellezza


Laureato nell’Università di Roma in Scienze Geologiche nel 1960 e in Geografia nel 1964. Assistente nell’Università di Roma dal 1967, Incaricato nell’Università di Bari dal 1972 al 1976, da quell’anno ha ottenuto l’incarico nella Facoltà di Lettere dell’Università di Roma La Sapienza.  Associato dal 1984, nel 1994 ha ottenuto la qualifica di Ordinario e la Cattedra di Geografia nella Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell’Università della Tuscia di Viterbo. Dal settembre 2003 al dicembre 2007 è stato Direttore del Dipartimento per lo Studio e la Valorizzazione dei Beni Storici e Artistici dell’Università della Tuscia.

Membro della Commissione Brocca che ha redatto le proposte per i nuovi programmi delle scuole medie superiori (1988-1991), ha organizzato numerosi Corsi di Aggiornamento per il MPI (MURST, MIUR), per la Società Geografica Italiana, l’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG). Ha collaborato dal 1990 al 1994 ai Corsi Multidisciplinari dell’Unicef sull’Educazione allo Sviluppo nell’Università La Sapienza di Roma, e dal 1994 al 2001 li ha organizzati nell’Università della Tuscia. Ha svolto periodi di studio e ricerca in Università inglesi, statunitensi, francesi e delle West Indies, svolgendo anche conferenze e seminari. Dal 1999 ha cominciato a realizzare, dirigendo un gruppo di studenti, laureandi, e dottorandi, un Sistema Informativo Geografico sulla distribuzione dei beni culturali e ambientali nella Tuscia meridionale.

Ha fatto parte nel 1986 della Missione archeologica diretta da Paolo Matthiae ad Ebla (Siria); successivamente ha partecipato a quella organizzata dal proprio Dipartimento dell’Università della Tuscia per lo studio e restauro dell’isoletta di Küçüc Tavşan Adasi (presso l’antica Alicarnasso). Terminata questa missione, attualmente è impegnato con lo stesso Dipartimento in ricerche paleoambientali nella missione in corso in alcune chiese rupestri della Cappadocia.

Nel 1978 è stato il primo Segretario dell’Associazione dei Geografi Italiani. Dal 1982 al 1988 ha fatto parte del Working Group on Resource Management in Drylands dell’Unione Geografica Internazionale (UGI), svolgendo missioni di studio ed esperienze sul campo in Egitto, India e Australia. Dal  2000, sempre nell’UGI, fa parte dal del Gruppo di Studio sull’Approccio culturale in Geografia, e ha presentato contributi ai Congressi di Seoul (2000) e Durban (2002). Nel 2003 è stato nominato Direttore della Home of Geography, sede permanente dell’UGI, e ha partecipato e presentato contributi ai Congressi e Conferenze dell’UGI a Glasgow, Brisbane, Cairo, Hyderabad, Taiwan.

Nel Congresso svoltosi a Tunisi  nell’agosto 2008, è stato eletto Vice Presidente dell’Unione Geografica Internazionale.

[Scheda redatta nel settembre 2008]

Scarica in PDF