Conferenze 2004-2006

Il 22 ottobre 2004, presentato da Vittorio Kulczycki, ho tenuto una conferenza su Desideri a Roma, presso “L’Angolo dell’avventura e dei grandi viaggiatori”, (Lungotevere Testaccio 10; angolo Via Romolo Gessi) di “Avventure nel Mondo” (presentazione in “Viaggi Avventure”, n. 4, 2004, pp. 7-8 e segnalazione nelle cronache di Roma di vari quotidiani): ha avuto grande partecipazione e riscosso così grande interesse tanto da programmare un’altra serata effettuata il 15 febbraio 2007 (si veda oltre). “Avventure nel Mondo” oltre ad aver pubblicato una recensione del saggio su Desideri, ne svolge una apprezzabile diffusione.

Il 17 dicembre 2004 si è svolto nella sede centrale romana del Consiglio Nazionale delle Ricerche il convegno “Il K2 cinquant’anni dopo. La ricerca scientifica negli ambienti estremi” con la partecipazione delle massime autorità, ministri (Giovanni Alemanno), sottosegretari, presidenti di istituzioni scientifiche (Fabio Pistella, CNR; Vincenzo Cappelletti, Società Italiana di Storia della Scienza; Franco Salvatori, S.G.I.; Agostino Da Polenza, Comitato Ev-K2 CNR; ecc.) e con relazioni dei più importanti studiosi italiani dei vari settori interessati. La relazione svolta in questa sede da Nadia Fusco, per la Società Geografica Italiana, ha tenuto in grande conto la figura di Ippolito Desideri a seguito del saggio pubblicato su “Storia Locale/2”, debitamente segnalato all’attenzione generale (questa parte della relazione non appare nella sintesi pubblicata degli atti).

L’uscita del saggio su Desideri è stata l’occasione per l’organizzazione di un incontro che si è svolto il 18 gennaio 2005 presso il Gabinetto Scientifico Letterario G. P. Vieusseux (Sala Ferri di Palazzo Strozzi, Firenze), a cura del Vieusseux-Asia e della Società di Studi Geografici di Firenze. L’incontro dal titolo “Viaggiatori italiani in Tibet”, introdotto da Maurizio Bossi (Responsabile del Centro Romantico del Gabinetto Scientifico-Letterario G.P. Vieusseux) e coordinato da Adriana Boscaro (Università Ca’ Foscari di Venezia), si è aperto con la mia relazione (“Ippolito Desideri e la scoperta del Tibet e del buddismo nel primo Settecento”), alla quale ha fatto seguito quella di Erberto Lo Bue docente di lingua e storia tibetana all’Università di Bologna (“Il contributo di Fosco Maraini alla conoscenza della cultura tibetana nel primo Novecento”). La terza relazione (“Gli studi orientali a Firenze tra Otto e Novecento”) non è stata tenuta per malattia del relatore, prof. Paolo Marrassini (Università di Firenze, già preside della Facoltà di Lettere della stessa Università). L’incontro, che ha riscosso un grande successo per la numerosa e qualificata partecipazione e per gli interventi che ha stimolato, è segnalato con ampi servizi sulle pagine pistoiesi de “Il Tirreno” (mercoledì 12.1.2005, p. VII / Pistoia. L’Agenda, Un saggio di Bargiacchi su Desideri protagonista al Gabinetto Vieusseux) e de “La Nazione” (martedì18.1.2005, p. IX / Agenda Pistoia, Enzo Bargiacchi presenta il suo «Desideri» al Vieusseux) e su quella toscana de “Il Giornale” (18.1.2005, Vieusseux. Tre secoli di viaggi da Desideri a Maraini); segnalazioni anche sulle pagine fiorentine de “La Nazione” (16.1.2005) e de “La Repubblica” (18.1.2005) ed inoltre nella “Rivista Geografica Italiana” (a. CXI, fasc. 4, dicembre 2004, p. 811). Il testo di questa conferenza è pubblicato sul “Bullettino Storico Pistoiese”, a. CVIII, 2006, pp.155-156, con il titolo Riflessioni su un missionario pistoiese troppo a lungo sottovalutato.

Domenica 23 ottobre 2005, a conclusione dell’annuale festival “Letteraria”, nella sala della Biblioteca Comunale Forteguerri di Pistoia, ho tenuto una conferenza dal titolo: “La scoperta del Tibet e del buddismo. Il gesuita pistoiese del ‘700 Ippolito Desideri all’origine della moderna letteratura di viaggio”; la conferenza, preceduta da una introduzione di Giovanni Capecchi (assessore alla cultura del Comune di Pistoia) e da una introduzione di Giorgio Petracchi (professore di storia all’Università di Udine), ha riscontrato una grande e attiva partecipazione (segnalazioni nella cronaca di Pistoia, su “Il Tirreno” del 30.9.2005 e del 23.10.2005 e su “La Nazione” del 23.10.2005). Il testo della conferenza è pubblicato, con il titolo Ippolito Desideri alle origini della letteratura di viaggio, su “Geostorie“. Bollettino e notiziario del Centro italiano per gli studi storico-geografici. Periodico quadrimestrale, a. 16, n. 2, maggio-agosto 2008, pp. 171-187

Giovedì 24 novembre 2005, presso il Convento di San Domenico a Pistoia, nell’ambito del programma 2005-2006 del Centro Culturale ‘Maritain’ (articolo de “La Nazione“, 28.10 2005), presentato da Mariangela Maraviglia, ho tenuto una conferenza dal titolo “Ippolito Desideri e il primo confronto tra cristianesimo e buddismo”. La conferenza, che è stata annunciata da ampi articoli di Mariangela Maraviglia (Ippolito Desideri e il primo confronto tra cristianesimo e buddismo, La Vita”. Giornale cattolico toscano, a. 108, n. 41, domenica 20.11.2005, p. 7 / Pistoia Sette) e di Cesare Sartori (Il Tibet ‘scoperto’ tre secoli fa da un pistoiese,La Nazione”, 22.11.2005, p. IX / Agenda Pistoia, ha suscitato un grande interesse, come è mostrato dall’articolo di Matilde Palandri (Ippolito Desideri missionario in Tibet, La Vita”, a. 108, n. 43, domenica 4.12.2005, p. 7). Il testo di questa conferenza, con il titolo Ippolito Desideri e il primo confronto tra cristianesimo e buddhismo, è pubblicato in tre parti sul bimestrale “Appunti di Viaggio”. Note di ricerca spirituale (Roma), nei primi tre numeri del 2006 (a. XV, nn. 82, 83, 84, gennaio-febbraio, marzo-aprile, maggio-giugno, rispettivamente pp. 38-43, 44-49, 32-37).

Il 27 gennaio 2006 ho svolto un intervento dal titolo “L’esperienza tibetana di Ippolito Desideri” nell’ambito del Convegno internazionale “Lingue e culture dei missionari” (Udine 26-28 gennaio 2006), curato da Nicola Gasbarro e Carla Marcato per il Centro internazionale sul plurilinguismo e per il Dipartimento di Lingue e Letterature Germaniche e Romanze dell’Università degli Studi di Udine (con la collaborazione del Dipartimento di Filosofia, del Centro di Cultura Canadese e del Comitato per lo sviluppo degli studi umanistici e linguistici). Il convegno fu aperto dal rettore dell’Università di Udine, Furio Honsell, e dal preside della Facoltà di Lingue e Letterature straniere, Vincenzo Orioles. Gli atti sono stati pubblicati all’inizio del 2009, a cura di Nicola Gasbarro, in due volumi, Le culture dei missionari, e Le lingue dei missionari (Bulzoni Editore, Roma); L’esperienza tibetana di padre Ippolito Desideri è alle pp. 101-124 di Le culture dei missionari.
Domenica 5 febbraio 2006, presso la Villa di Groppoli (Pistoia), sede dell’Associazione “Amici di Groppoli”, presentato da Gian Piero Ballotti  (presidente dell’Associazione) e da Andrea Ottanelli (direttore della rivista “Storia Locale”), ho tenuto una conferenza dal titolo “Ippolito Desideri S.J.: viaggio straordinario e vita esemplare di un grande pistoiese”, .

[Segue]

Progetto Desideri: PR.D.01Premessa, PR.D.02Ricerche, PR.D.03Inizio, PR.D.04StoriaRelaz., PR.D.05Conf.2004-6, PR.D.06Art.2004-6, PR.D.07BiografiaD., PR.D.08Bibliogr.D., PR.D.09Conf.2007, PR.D.10Ev.2008, PR.D.11Atlanta2008, PR.D.12Ev.2009, PR.D.13Ev.2010, PR.D.Sviluppi, PR.D.zzApp.Bibliogr.