Eventi 2010

L’anno 2010, aperto con l’uscita di una preziosa monografia in lingua inglese su Desideri, ad opera di Trent Pomplun, attento studioso del missionario gesuita (T. Pomplun, Jesuit on the Roof of the World. Ippolito Desideri’s Mission to Tibet, Oxford University Press, New York, 2010, pp. XVI + 302).

Il 24 aprile 2010 l’Archivio di Stato di Pistoia ha organizzato una iniziativa incentrata su una conferenza di Bargiacchi dal titolo La Relazione di Ippolito Desideri. Un libro del Settecento che anticipa il dialogo fra culture. La conferenza era preceduta da vari interventi: Sandra Marsini, direttrice dell’Archivio di Stato di Pistoia; Giorgio Petracchi, Natale Rauty, Andrea Ottanelli e Alessandra Vezzosi. Degno complemento dell’iniziativa una mostra di libri e documenti che tracciavano la storia dell’opera di Desideri fino alla completa pubblicazione. La mostra era curata dallo stesso conferenziere con la preziosa collaborazione della bibliotecaria Antonietta Saluzzi, competente e impegnata organizzatrice dell’evento.

Dal 15 al 20 agosto si svolgerà a Vancouver il dodicesimo seminario dell’Associazione Internazionale per gli Studi Tibetani (IATS: International Association for Tibetan Studies). L’importante raduno dei massimi studiosi del settore, che si svolge a cadenza triennale è organizzato questa volta dall’Università canadese della British Columbia.

Ippolito Desideri, vi avrà un posto di rilievo. Dopo un lunghissimo periodo di oscuramento, oggi si assiste a quella che, a livello internazionale, è considerata una “Desideri Renaissance”.

Il panel “Recenti ricerche su Ippolito Desideri e sulle missioni cattoliche in Tibet” si svolgerà il 16 agosto 2010, alle ore 11, con questo programma:

 

Recent Research on Ippolito Desideri and the Catholic Missions to Tibet

Robert Trent Pomplun (Loyola University Maryland), Ippolito Desideri‘s Refutation of Reincarnation (Skye ba snga ma): Text and Context;

Michael J. Sweet (University of Wisconsin-Madison), Clockmakers or Logicians: Capuchin and Jesuit Missionary Strategies in Eighteenth-Century Tibet;

Leonard Zwilling (University of Wisconsin-Madison), Desideri Goes to Lhasa: Accounts and Evasions;

Enzo Gualtiero Bargiacchi (IsIAO, Istituto Italiano per l‘Africa e l‘Oriente; SGI, Società Geografica Italiana), Noteworthy Hidden Manuscripts on Tibet. An Intricate History of Negligence and Ostracism.

 

Di Desideri si occuperà anche un intervento svolto nella sessione sulla storia della principale corrente filosofica buddhista in Tibet: lo statunitense Donald Lopez interverrà su ‘Desideri e la vacuità buddhista’ (argomento in parte già trattato da Bargiacchi due anni fa ad Atlanta). Lopez, uno dei massimi studiosi al mondo di Tibet e buddhismo, autore di libri tradotti in molte lingue, presenterà le sue prime osservazioni su un’imponente opera scritta da Desideri in lingua tibetana, sulla quale ha iniziato a lavorare e che tradurrà in inglese in collaborazione con Thupten Jinpa, sapiente tibetano e traduttore ufficiale del Dalai Lama. Il fatto che due prestigiosi studiosi, uno occidentale e uno tibetano, lavorino al manoscritto, redatto in una lingua allora ignota e rimasto inedito per quasi tre secoli, indica al mondo degli studiosi l’eccezionalità dell’opera di Desideri.

Insieme all’annuncio del lavoro di Lopez, a Vancouver troveranno degno risalto monografia di Pomplun sul missionario, recentemente uscita, e la prossima traduzione integrale in inglese, ad opera di Sweet e Zwilling, in accurata edizione critica, della relazione di Desideri sul suo straordinario viaggio e sulla sua missione.

    La partecipazione di Bargiacchi è sponsorizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.    

Progetto Desideri: PR.D.01Premessa, PR.D.02Ricerche, PR.D.03Inizio, PR.D.04StoriaRelaz., PR.D.05Conf.2004-6, PR.D.06Art.2004-6, PR.D.07BiografiaD., PR.D.08Bibliogr.D., PR.D.09Conf.2007, PR.D.10Ev.2008, PR.D.11Atlanta2008, PR.D.12Ev.2009, PR.D.13Ev.2010, PR.D.Sviluppi, PR.D.zzApp.Bibliogr