Eventi 2016

Quest’anno ricorre il terzo centenario dell’arrivo di padre Ippolito Desideri a Lhasa: il 18 Marzo 1716. Per celebrare quest’anno “desideriano” E. G. Bargiacchi in collaborazione con il Comune di Pistoia ha organizzato  una serie di interessanti eventi sull’illustre gesuita e sulla sua straordinaria vicenda e altre importanti e significative manifestazioni sono in preparazione e saranno più dettagliatamente indicate nel programma di Pistoia Capitale Italia della Cultura 2017.

L’anniversario dell’arrivo a Lhasa dell’illustre missionario è stato ricordato con una serie di importanti e suggestivi articoli su rinomati quotidiani. Ricordiamo quelli di Nazareno Giusti sull’Avvenire  (Giusti Nazareno, 2016, Desideri: l’italiano che scoprì il Tibet, Avvenire, 25) e le due tavole a fumetti pubblicate, sempre dallo stesso autore, su  ”La lettura”, il supplemento domenicale del Corriere della Sera, (Nazareno Giusti, 2016, Desideri in cima al mondo, “La lettura” del Corriere della Sera, p.42). Memorabile e di rilevo è quello pubblicato da Silvia Guidi sull’Osservatore Romano, (Silvia Guidi, 2016, Il Lama venuto da OccidenteOsservatore Romano, 4).

In occasione di Leggere la città 2016, è stata organizzata a cura di Enzo Gualtiero Bargiacchi  la conferenza Pistoia e il dialogo interreligioso: una storia che viene da lontano che, ha ospitato prestigiosi relatori attualmente impegnati nel dialogo fra le diverse religioni del mondo, riproponendo un’attenta riflessione sul senso del confronto e del dialogo interreligioso.

Sempre nell’aprile 2016 è stata allestita, presso Arte Mura Residence, una mostra fotografica, Histantanee dall’Himalaya, a cura di Luigi Vigliotti, appassionato viaggiatore del Tibet i cui viaggi sono stati ispirati sulle tracce di quelli effettuati da Giuseppe Tucci, uno fra i più grandi tibetologi italiani. Vigliotti, esperto nella tecnica di polaroid su carta, durante la mostra ha presentato in maniera egregia, interessanti e suggestive fotografie delle zone dello Shang Shung (Tibet Occidentale) e, in un successivo incontro, ha mostrato un avvincente documentario sulla zona dello Spiti, visitata dal fotografo per ben tre volte a partire dal 1944, anno in cui la zona fu resa accessibile al turismo. Vigliotti ha accompagnato la proiezione delle fotografie e del documentario con un’attenta e dettagliata spiegazione della propria esperienza suscitando nel pubblico un dibattito di notevole interesse e spiccata curiosità.

In ricorrenza delle Giornate Europee del Patrimonio 2016, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, presso l’Archivio di Stato di Pistoia sono state allestite, tra settembre e novembre 2016, due mostre documentarie con fonti archivistiche inerenti alla figura di Ippolito Desideri, a cura di Cristina Gavazzi e con la selezione documentaria di Elena Tondini, Anna Agostini, Maria Camilla Pagnini. Nel corso dei due eventi è intervenuta la Dott.ssa Alessandra Vezzosi, studiosa di Ippolito Desideri, con due relazioni i carattere storico-religioso: Da Pistoia al Tibet: Ippolito Desideri  e Ippolito Desideri: un gesuita perinde ac cadaver ?